Gioco d’azzardo

Cos’è il gioco d’azzardo patologico?

La ludopatia o gioco d’azzardo patologico (in inglese gambling)  è un disturbo rientrante nella categoria delle dipendenze comportamentali.

Il giocatore è diagnosticato affetto dal gioco d’azzardo patologico, se presenta almeno cinque dei sintomi che seguono:

  • È assorbito dal gioco, per esempio è continuamente intento a rivivere esperienze trascorse di gioco, a pianificare la prossima impresa di gioco, a escogitare modi per procurarsi denaro per giocare;

  • Ha bisogno di giocare somme di denaro sempre maggiori per raggiungere lo stato di eccitazione desiderato;

  • Tenta di ridurre, controllare o interrompere il gioco d’azzardo, ma senza successo;

  • È irrequieto e irritabile quando tenta di ridurre o interrompere il gioco d’azzardo;

  • Gioca d’azzardo per sfuggire problemi o per alleviare un umore disforico, per esempio, sentimenti di impotenza, colpa, ansia, depressione;

  • Dopo aver perso al gioco, spesso torna un altro giorno per giocare ancora, rincorrendo le proprie perdite;

  • Mente alla propria famiglia, al terapeuta, o ad altri per occultare l’entità del coinvolgimento nel gioco d’azzardo;

  • Ha commesso azioni illegali come falsificazione, frode, furto o appropriazione indebita per finanziare il gioco d’azzardo;

  • Ha messo a repentaglio o perso una relazione significativa, il lavoro, oppure opportunità scolastiche o di carriera per il gioco d’azzardo;

  • Fa affidamento sugli altri per reperire denaro per alleviare la situazione economica difficile causata dal gioco, “operazione di salvataggio”.

Qual’è il trattamento e come si cura il gioco d’azzardo?

Come per altre dipendenze comportamentali, la psicoterapia cognitivo-comportamentale, si è dimostrata un approccio particolarmente efficace per il trattamento del gioco d’azzardo patologioco. Nello specifico la terapia consisterà, nelle fasi iniziali, in una psicoeducazione su quello che è il disturbo e successivamente in una modificazione dei comportamenti patologici e una ristrutturazione cognitiva che aumenteranno la consapevolezza e l’efficacia del paziente, diminuendo il rischio per le ricadute.

Dott. Psicologo-Psicoterapeuta Alessandro Valzania
Contatti e Appuntamenti

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Show Buttons
Hide Buttons